“In democrazia non decide la popolazione, ma chi va a votare”
(Milena Gabanelli, giornalista)

Vita quotidiana alla corte dei Savoia

di Andrea Merlotti

E’ stato presentato il 28 marzo, presso la Sala Feste di Palazzo Madama, il libro di Andrea Merlotti  “Vita quotidiana alla corte dei Savoia (1663 – 1831)”,

Torino, Edizioni del Capricorno, 2021.

Il libro ricostruisce in maniera puntuale e documentata la vita quotidiana di quella grande macchina per la rappresentazione del potere che fu la corte sabauda. Migliaia di persone, per secoli, hanno partecipato al funzionamento di questo raffinato meccanismo, vivendo ruoli definiti con scrupolosa precisione dai regolamenti di palazzo e dai cerimoniali.

Si approfondisce inoltre il ruolo politico, a lungo incompreso o dimenticato, avuto dalla corte dei Savoia sia in ambito nazionale sia internazionale. Interessante scoprire come la corte sabauda fosse tenuta in alta considerazione presso le altre corti europee, riconoscimento che invece non veniva ugualmente apprezzato in patria. Cerimonie e riti curiali sono ricostruiti in modo da comprendere il loro ruolo nella gestione e nella rappresentazione del potere da parte della dinastia (esemplare in tale senso il caso dei baciamani di capodanno). Una parte importante del volume è infatti dedicata alla sfera religiosa, che rivestiva un ruolo centrale nella vita di corte e che scandiva gli appuntamenti annuali di incontro tra la corte e la cittadinanza. Interessante la cronaca dei riti della settimana santa che in città rappresentavano momenti di reale comunicazione tra la corte e il tessuto cittadino. Tra gli spazi deputati alla celebrazione di queste solennità, spiccano la Cappella della Sindone e la Basilica di Superga. Protagoniste del volume sono anche le residenze sabaude, che furono il teatro della vita di corte e i cui spazi furono spesso definiti anche dalle cerimonie e dai riti che vi si svolgevano.

Andrea Merlotti, l’autore del volume, è uno storico che dal 2007 dirige il Centro studi del Consorzio delle residenze reali sabaude (Reggia di Venaria). È autore e curatore di numerosi lavori sull’Italia e gli Stati sabaudi fra Sei e Ottocento. Scrive su «Il Sole – 24Ore» e su «Il Giornale dell’Arte». Ha collaborato a diversi programmi di Rai 3, Rai5, RaiStoria, France2 e France3.

Alla presentazione sono intervenuti:

Paolo Cozzo insegna Storia del Cristianesimo e delle Chiese presso l’Università di Torino.

Pierangelo Gentile è ricercatore di Storia contemporanea presso l’Università di Torino, dove insegna Fonti e storia nel Risorgimento.

Giovanni Carlo Federico Villa, direttore di Palazzo Madama e professore presso le Università di Bergamo e di Udine.

Giulia Torri

giuliat@vicini.to.it

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*