“Quando la libertà arriva con le mani sporche di sangue è difficile stringerle la mano.”
(Oscar Wilde)

Invito a Pompei

Allestimento curato dal Parco Archeologico di Pompei e da Palazzo Madama

Palazzo Madama – Museo Civico d’Arte Antica di Torino, dall’8 aprile al 29 agosto 2022, presenta la mostra “Invito a Pompei”.

Attraverso il percorso espositivo i visitatori potranno  simulare l’ingresso in una tipica residenza dell’area vesuviana, scoprendone gli spazi abitativi, gli arredi, costumi e oggetti quotidiani in uso da parte dei  loro occupanti nel I secolo d.C.

All’inaugurazione – anticipata dal disvelamento di due opere  provenienti delle antiche case pompeiane e presenti in  mostra – l’assessore alla Cultura, al Turismo e al Commercio Vittoria Poggio ha rivolto ringraziamenti non solo di rito al Ministro  Dario Franceschini per  il Patrocinio, l’attenzione e il supporto costanti nei confronti di Torino e del Piemonte. Il Direttore di Palazzo Madama Giovanni Carlo Federico Villa ha ricordato un paio di aneddoti che confermano il lontano legame  tra la nostra città e la sede dei celebri scavi archeologici.

Nel 1861 Camillo Benso di Cavour, in qualità di neopresidente del Consiglio del regno d’Italia tenne a visitare  gli scavi di  Pompei ( si narra che «graffiò» la sua firma in una stanza  della villa di Diomede: «Comte de Cavour piemont sard»). Per i cinefili è interessante sapere che la pellicola Gli ultimi giorni di Pompei  (1908) prima trasposizione cinematografica dell’omonimo romanzo (1834) di Edward Bulwer-Lytton e primo “peplum” del cinema italiano fu prodotto dalla Società Anonima Ambrosio, la casa di produzione e distribuzione torinese fondata nel 1906.

Il  tuffo nel passato offerto dalla mostra riporta  al momento  in cui l’eruzione del Vesuvio del 79 d.C. spense d’un colpo la vita dei suoi abitanti: accoglie il visitatore il bel plastico di fine Ottocento della Casa del Poeta Tragico, una di quelle che più hanno stimolato l’immaginario di viaggiatori e artisti al tempo del Grand Tour. La ricca selezione di oltre 120 opere, tra arredi, statue, gioielli, bronzi, vetri e apparati decorativi accompagna nell’ itinerario tra gli spazi domestici (l’atrio, il triclinio, il peristilio con il giardino, le stanze da letto), che termina con i drammatici calchi di alcune vittime.

“Ogni casa racconta la storia personale e intima di una famiglia, dei suoi abitanti, ma è anche microcosmo di una società e di un’epoca, con le loro abitudini espresse attraverso gli oggetti, gli arredi e le architetture – ha dichiarato in un messaggio video Gabriel Zuchtriegel, direttore del Parco archeologico di Pompei – La domus romana, in particolare, aggiunge al racconto la straordinarietà e la bellezza di pitture e mosaici da ammirare. E le mostre ci consentono di raggiungere pubblici lontani e permettere, non solo a coloro che vengono in visita a Pompei, di fruirne. Quando trovano una cornice di prestigio come Palazzo Madama di Torino, l’esperienza di conoscenza e piacere è completa.”

Attività legate alla mostra

Un ciclo di otto conferenze presenta alcuni dei risultati delle attività che dal 2016 l’Università di Torino e il Centro Conservazione e Restauro “La Venaria Reale” svolgono presso il Parco Archeologico di Pompei e i Laboratori del Centro.

Per il programma qui

Sono possibili visite guidate a orario fisso e tematiche

Per prenotazioni: t. 0115211788 – prenotazioniftm@arteintorino.com

Laboratori con le scuole e per famiglie

Scoprire la funzione dei singoli oggetti e saperli collocare all’interno degli ambienti domestici aiuterà bambini e ragazzi a immaginare com’era organizzata la casa romana e di conseguenza la vita dei suoi abitanti. Domenica 10 aprile e 8 maggio percorsi dedicati alle famiglie

Info e prenotazioni: t. 011 4429629 madamadidattica@fondazionetorinomusei.it

Visite guidate per le classi

Accompagnati da personale specializzato gli studenti compiranno un viaggio nel tempo e nello spazio per conoscere gli spazi e le abitudini degli abitanti di Pompei.

tel. 011 5211788 – prenotazioniftm@arteintorino.com

La mostra, organizzata con la Glocal Project Consulting, si inserisce nel solco delle grandi iniziative espositive promosse dalla Fondazione Torino Musei.

Il catalogo è edito da Silvana Editoriale.

Anna SCOTTON

annas@vicini.to.it

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +1 (from 1 vote)
Invito a Pompei, 10.0 out of 10 based on 1 rating

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*