“Quando la libertà arriva con le mani sporche di sangue è difficile stringerle la mano.”
(Oscar Wilde)

Mobilità sostenibile

Approvati progetti per oltre 11 milioni di euro

Su proposta dell’assessora Chiara Foglietta, la Giunta comunale ha approvato una serie di progetti esecutivi finanziati con i fondi supplementari assegnati alla Città attraverso il PON METRO REACT-EU, che hanno tutti l’obiettivo di migliorare la mobilità urbana sostenibile (dolce in particolare) e la sicurezza ad essa legata.

Piste ciclabili nuove, miglioramento della rete ciclabile, messa in sicurezza di alcune intersezioni viarie, riqualificazione di corso Marconi, realizzazione di 10 aree scolastiche car free, semafori di nuova generazione, abbattimento delle barriere architettoniche” sono al centro delle delibere che oggi questa Giunta ha approvato su mia proposta. Migliorare la mobilità dolce della città, aumentare lo spazio dedicato ai pedoni e proteggere le zone scolastiche sono tra gli obiettivi di questa amministrazione. Nei giorni scorsi ho avviato un tavolo con i presidenti di Circoscrizione per individuare nuove aree da pedonalizzare e nuove scuole da inserire in quelle car free, anche per andare a coprire le zone che non erano previste all’interno di React. Oggi, a fianco dei lavori che partiranno, è il momento di programmare gli sviluppi futuri. Nel frattempo ho aperto tavoli di cantiere sulle ciclovie nelle Circoscrizioni già toccate dagli interventi per accompagnare i lavori sul territorio, anche nell’ottica della sensibilizzazione della cittadinanza” dichiara l’assessora alla Transizione ecologica Chiara Foglietta.


Il primo progetto, che vedrà la realizzazione del nuovo asse di corso Verona, con la riqualificazione della banchina verde alberata, che ospiterà il percorso ciclabile monodirezionale su entrambi i lati, e la riorganizzazione della sosta veicolare, unitamente ad interventi di moderazione del traffico, rappresenta un importante elemento di sostenibilità per la rete ciclabile cittadina, collegando le aree nord della Città con le zone universitarie e il nuovo Campus Einaudi su Lungo Dora Firenze, a favore della mobilità di studenti e lavoratori sulle direttrici casa/scuola e casa/lavoro.
Il progetto, dal costo complessivo di 810,970,04 euro, sarà finanziato dai fondi REACT-EU per 800.000 euro e per il restante dalla Città.

Il secondo progetto prevede la messa in sicurezza di alcune intersezioni viarie cittadine tramite la realizzazione di attraversamenti ciclabili dedicati e/o affiancati ai pedonali e la riorganizzazione di flussi viari con una facilitazione della mobilità ciclistica, anche tramite la ricollocazione delle indicazioni semaforiche e l’adeguamento dei tempi di attraversamento. Maggior sicurezza per l’attraversamento verrà anche dall’adeguamento degli impianti a favore di disabili visivi, comprendente la segnalazione tattile a terra e quella sonora dei semafori.
Gli incroci che saranno soggetti ad interventi saranno: Via Gorizia ang. Via Negri, Corso Vercelli ang. Via Cena, Via Braccini ang. Via Malta, Via Sacchi tra Via Assietta e Via Magenta, Via Gorizia – Via Filadelfia – Cso Orbassano, Corso Potenza/Corso Regina Margherita.
Il progetto, il cui costo totale ammonta a 1.303.498,78 euro, sarà finanziato dai fondi REACT-EU per 1.300.000 euro e per il restante dalla Città.

Il terzo intervento sarà la realizzazione del collegamento ciclabile Clessidra e sarà articolato in tre parti: da Largo Tirreno lungo corso Adriatico fino a corso Orbassano, l’intersezione tra corso Orbassano e corso 4 Novembre, e il tratto di via Tirreno da corso 4 Novembre a corso Turati.
Il progetto, dal costo complessivo di 824.381,52 euro, sarà finanziato dai fondi REACT-EU per 800.000 euro e per il restante dalla Città.

Il quarto progetto approvato vedrà la riqualificazione di Corso Marconi, in quanto importante asse compositivo della Città, posizionato tra la Chiesa di San Salvario e il Castello del Valentino, fa delle sue caratteristiche storico paesaggistiche uno degli elementi rappresentativi del quartiere di San Salvario.
Da via Madama Cristina a corso Massimo D’Azeglio saranno realizzate nuove pavimentazioni con al centro un’ampia area pedonale e due piste ciclabili monodirezionali con siepi a dividerle. Saranno inoltre inseriti nuovi arredi per la sosta pedonale, verrà realizzata un’adeguata illuminazione pubblica e le banchine alberate saranno rigenerate con nuove pavimentazioni drenanti.
Da Largo Marconi a corso Massimo D’Azeglio saranno realizzati interventi di moderazione del traffico, nasi sui marciapiedi in corrispondenza di tutte le intersezioni stradali, abbattimento di barriere architettoniche e posa di lastre podotattili e saranno realizzati gli attraversamenti semaforici ciclabili da corso Marconi verso il Valentino.
Il progetto, il cui costo complessivo ammonta a di 1.233.183,73 euro, sarà finanziato dai fondi REACT-EU per 1.200.000 euro e per il restante dalla Città.

Il quinto progetto approvato per quanto riguarda il miglioramento della rete ciclabile cittadina, vedrà alcuni assi ciclabili di completamento della suddetta rete che verranno trasformati in strade a priorità ciclabile. Tra questi piazza Sabotino (che vedrà la realizzazione di un percorso ciclabile perimetrale), corso Principe Eugenio, corso Einaudi e corso Trapani (per tutti e tre ci sarà la realizzazione di “strade ciclabili” su ambo le carreggiate laterali dell’intero corso, individuate con l’introduzione del limite di velocità’ di 30 km/h), corso Francia (con la sostituzione degli esistenti paletti in metallo con più idonei e performanti paletti flessibili), via Tirreno (dove il progetto prevede la realizzazione di una pista ciclabile bidirezionale su sede propria dal confine con il Comune di Grugliasco fino ad oltre la Via Rovereto, con l’eccezione di un breve tratto compreso tra la Via Rovereto e Via Osoppo, caratterizzato da un forte restringimento della strada, in cui si prevede un percorso promiscuo) e via Vandalino.
Il progetto, per un costo totale di 2.838.893,80 euro, sarà finanziato dai fondi REACT-EU per 2.800.000 euro e per il restante dalla Città.

La riqualificazione del Lungo Dora, da corso Principe Oddone al Parco Colletta, è invece l’oggetto del sesto progetto esecutivo approvato per migliorare la vivibilità del lungo fiume.
Attualmente sul lato nord è presente una ciclovia promiscua e pedonale, che però non soddisfa i requisiti minimi e necessita di importanti interventi di manutenzione.
L’importanza di intervenire su questa ciclovia è data dalla sua collocazione ambientale e in diretta prossimità del centro cittadino, per cui si vuole offrire alla cittadinanza la piena fruibilità delle sponde della Dora come luogo privilegiato per i benefici ambientali che può offrire al vivere urbano quotidiano. L’importanza del percorso è inoltre evidenziata dal fatto che lungo il suo sviluppo, oltre a intersecarsi con altre ciclovie già presenti o in fase di studio che collegano altre aree della città, interessa anche alcuni nodi importanti, come C.so Giulio Cesare e le future residenze universitarie, Via Bologna e la nuvola Lavazza, C.so Verona e la passerella Mellano, in diretto collegamento con il Campus Einaudi.
Il progetto prevede la realizzazione di un percorso ciclabile bidirezionale di ampie dimensioni, affiancato ad un percorso pedonale fruibile anche per il fitness (che vedrà anche un’area attrezzata ad hoc) e per le passeggiate urbane.
Il progetto, dal costo complessivo di 2.049.256,21 euro, sarà finanziato dai fondi REACT-EU per 2.000.000 euro e per il restante dalla Città.

Il settimo progetto approvato riguarda la realizzazione dell’intervento “Zona scolastica“, che prevede la realizzazione di 10 aree car free in prossimità di altrettanti plessi scolastici, individuati raccogliendo le indicazioni del territorio e delle Circoscrizioni, con l’obiettivo di favorire i percorsi pedonali di genitori e studenti, soprattutto per le scuole primarie, per garantire una particolare protezione di pedoni e ambiente.
Il progetto, i cui oneri complessivi ammontano a 3.060.446,69 euro, sarà finanziato dai fondi REACT-EU per 3.000.000 euro e per il restante dalla Città.

Di seguito i plessi coinvolti dal progetto.

  • Plesso Scolastico Martin Luther King (Corso Francia tra le vie Rieti, Murialdo e Germonio – circ. 3): si prevede l’interruzione al traffico del controviale di corso Francia in prossimità della scuola, tra via Rieti e via Murialdo, mediante la realizzazione di una banchina sopraelevata. La piazzetta sopraelevata sarà accessibile ai mezzi di servizio, verrà ampliata la parte a verde e messi a dimora due platani in continuità con il viale.
  • Plesso Scolastico Ada Negri/Eugenio Montale/Bruno Munari (Via Ada Negri, tra v Gorizia e v Rovereto – circ. 2): realizzazione di spazi pedonali ampi in prossimità dei principali accessi alle scuole Ada Negri e Munari e contemporaneamente alla Chiesa Parrocchiale di Maria Madre di Misericordia. Si realizzerà il senso unico sulla via Ada Negri tra via Gorizia e via Rovereto nella direzione est–ovest, inserimento di spazi verdi e arredi.
  • Plesso Scolastico San Francesco d’Assisi (Via Verdi, tra via Roero di Cortanze e corso San Maurizio – circ. 1): pedonalizzazione di via Verdi in prossimità degli accessi principali alla scuola e proseguimento della pedonalizzazione in tutta la via a partire dagli spazi retrostanti Palazzo Nuovo (all’angolo con via Roero di Costanze), fino all’incrocio con Corso San Maurizio.
  • Plesso Scolastico Aporti Gastaldi (Via Capua angolo via Livorno – circ. 4): creazione di un ampio spazio pedonale lungo il marciapiede sud di via Capua, nella zona compresa tra via Livorno e corso Umbria, sostanziale riduzione della sezione stradale di via Capua per la quale si prevede l’adozione del senso unico in direzione est-ovest. Gli spazi creati consentono di alternare le zone pavimentate con delle ampie aiuole verdi.
  • Plesso Scolastico Angiolo Gambaro (Via Talucchi tra via Collegno e via Palmieri – circ. 4): ampliamento della banchina sul fronte scuola – rallentamento delle auto con dosso all’ingresso della via inserimento di aree verdi e arredi.
  • Plesso Scolastico Marc Chagall (Via Cecchi angolo corso Emilia – circ. 7): revisione completa dell’incrocio tra via Cecchi e corso Emilia creando un più ampio spazio pedonale sul fronte della scuola. Modifica dell’impianto semaforico.
  • Plesso Scolastico Leon Battista Alberti (Via Tolmino angolo via Malta – circ. 3): incremento degli gli spazi pedonali ampliando la banchina in prossimità degli ingressi scuole. Per rallentare le auto, verrà rialzato l’incrocio con via Malta ed inserita una banchina in centro strada per ridurre l’attraversamento pedonale.
  • Plesso Scolastico Antonelli Casalegno (Via Lanfranco tra via Filadelfia e via Carando – circ. 8), plesso Scolastico Peyron/Re Umberto I (Via Valenza tra via Genova e via Ventimiglia – circ. 8) e plesso Scolastico Vittorino da Feltre (Via Finalmarina tra via Spotorno e via Genova – circ. 8): per questi previsti ampliamento delle banchine sul fronte scuola e rallentamento delle auto con dossi all’ingresso delle vie, inserimento di aree verdi e arredi.Con successivi provvedimenti si procederà all’approvazione delle modalità di affidamento delle diverse opere.

Angelo Tacconi

loris@vicini.to.it

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*