Quando la libertà arriva con le mani sporche di sangue è difficile stringerle la mano.”
(Oscar Wilde)

Abili-tiAmo Mirafiori dal 10 marzo

Lo slogan è esaustivo: cura la comunità, sostieni la sua crescita: equipaggiamo insieme gli abitanti più fragili.

Dal 10 marzo fino al 30 aprile è attiva la campagna di raccolta fondi ABILI-TiAmo Mirafiori con lo scopo di garantire percorsi abilitanti e professionalizzanti a persone in difficoltà socio-economica tra i 18 e i 60 anni residenti in quartiere: un passo avanti decisivo nel fornire strumenti di emancipazione a chi vive in quartiere e ne ha necessità.

Un crowdfunding che punta a fornire forme di sostegno efficaci sul lungo periodo, per la creazione di una cittadinanza consapevole delle proprie capacità: con i partner del Patto di Comunità (siglato a giugno dell’anno scorso), nello specifico le parrocchie e enti del terzo settore da oltre 10 anni attivi in quartiere in azioni a sostegno delle difficoltà socio-economiche reali, abbiamo individuato 30 beneficiari, che godranno di percorsi formativi su misura in base alle loro esigenze, tra le 700 famiglie e persone in situazione di fragilità.

Abili-TiAmo Mirafiori è l’inizio di un grande lavoro che ci accompagnerà nei prossimi anni per sostenere la loro ricerca del lavoro e l’autonomia economica, dall’altra valorizzare le loro competenze e dare spazio anche ai loro sogni e desideri.

Raccogliendo € 10.000 entro il 30 aprile potremo, ad esempio, fornire la patente B a Elena, il corso di inglese a Fabrizio, quello per PC ad Anna Maria, il riconoscimento della qualifica da infermiera a Blessing.

Un video spiega il progetto Abili-TiAmo Mirafiori, dove si leggono le motivazioni della raccolta fondi, dove scoprire i beneficiari e le oltre 350 ricompense che abbiamo pensato per i donatori. Ecco il link:

https://bit.ly/Abili-TiamoMirafiori

Loredana Pilati

loredanap@vicini.to.it

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +1 (from 1 vote)
Abili-tiAmo Mirafiori dal 10 marzo, 10.0 out of 10 based on 1 rating

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*